LABORATORI DI

  ARCHITETTURA

LAB43 ENGLAB43

STUDIO DI ARCHITETTURA

HEADQUARTER 1 PIRELLI

L’edificio della Pirelli fu immaginato fin dall’inizio come l’allegoria dei “nuovi contenuti del lavoro” e dei luoghi di trasformazione dell’area, che da recinto (di concezione industriale) diventano parte integrante della città.
L’Headquarters 1 della Pirelli, è un edificio che ingloba senza distruggere, facendone il cuore delle sue attività collettive e pubbliche, il simbolo della precedente condizione produttiva. Si tratta di un edificio cubico di circa cinquanta metri di lato, rivestito in gres porcellanato grigio, con uno dei fronti completamente vetrato e rivolto verso il parco della Bicocca degli Arcimboldi. Nella posizione che nella tradizione tipologica del palazzo è riservata al cortile si trova l’object trouvé della torre di raffreddamento, mentre nello spazio interstiziale tra l’elemento verticale e il palazzo si articola la hall a tutta altezza. Il risultato, un edificio costruito intorno ad un simbolo produttivo dell’epoca industriale, che lo avvolge, lo protegge e ne cambia la funzione di origine.
Le ali Nord e Sud sono destinate agli uffici operativi mentre l’ala est agli uffici singoli e all’auditorium. Ai quattro angoli si trovano i sistemi di risalita. La torre è un iperboloide autoportante, ma non è calcolata per reggere ulteriori carichi. 
Una nuova struttura di elementi tubolari rettilinei, come se fosse una torre all’interno di un’altra torre, svolge la funzione di struttura portante dei quattro nuovi impalcati circolari. Questa nuova struttura metallica consente una diversa lettura del guscio della torre di raffreddamento, mettendone in risalto le rette generatrici. La purezza della geometria è perforata da alcune passerelle sospese che consentono di accedere al suo interno. La copertura, di acciaio e vetrocemento, è disegnata su una maglia di 3x3 metri ed ospita un eliporto, è appoggia direttamente sul perimetro, così da essere staticamente indipendente dalla torre. La grande vetrata è appesa ad una trave reticolare in acciaio, ed è controventata da un sistema di reticoli perpendicolari alla facciata. 
La sede della Pirelli RE “è il segno di una condizione di trasferimento dal mondo della produzione materiale ad un mondo di servizi. Secondo me è simbolicamente la messa in evidenza di una contraddizione non risolta tra questi due mondi…” V. Gregotti


Pubblicazioni

Casabella  741 – 2006


Collaborazioni con Vittorio Gregotti International

Vittorio Gregotti, nato a Novara nel 1927, si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano nel 1952.

Dal 1953 al 1968 ha collaborato con Ludovico Meneghetti e Giotto Stoppino. Nel 1974 ha fondato la Gregotti Associati Srl, di cui è presidente. È stato professore ordinario di Composizione Architettonica presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, ha insegnato presso la Facoltà di Architettura di Milano e Palermo ed è stato visiting professor presso le università più prestigiose del mondo.

Ha partecipato a numerose esposizioni internazionali ed è stato responsabile della sezione introduttiva della XIII Triennale di Milano per la quale ha vinto il Gran Premio internazionale.

Ha collaborato con diverse riviste tra cui Casabella, Edilizia Moderna, Panorama, Corriere della Sera e Repubblica. Vittorio Gregotti è riconosciuto tra i più grandi architetti italiani del nostro tempo.